Convegno Regionale FIMP-CESPER, 23 settembre 2017

I disturbi del neurosviluppo rappresentano, nella loro multiforme modalità di presentazione, uno dei problemi che si affacciano sempre più frequentemente nello studio del pediatra di famiglia. L’occasione privilegiata per la loro precoce ed efficace intercettazione è rappresentata dai bilanci di salute che costituiscono il setting assistenziale nell’ambito del quale è possibile rilevare le principali caratteriste del neurosviluppo del bambino andando ad identificarne le eventuali anomalie.
In questo contesto, infatti, è possibile sviluppare un più efficiente percorso di osservazione longitudinale del neurosviluppo senza dover delegare la sua analisi ad isolati, e non sempre percorribili, interventi di screening specifici.

La prima parte del convegno sarà, pertanto, dedicata alla presentazione e alla esemplificazione del progetto collaborativo che coinvolge i pediatri di famiglia e i neuropsichiatri veneti in un percorso di revisione e aggiornamento degli interventi di valutazione del neurosviluppo del bambino dalla nascita a 18 mesi attraverso l’utilizzo di schede dedicate sia all’osservazione dei genitori che alla valutazione del pediatra. Il progetto ha ottenuto l’attenzione e il supporto dell’Istituto Superiore di Sanità che ha attivamente collaborato alla sua realizzazione.

La seconda parte del convegno sarà dedicata allo sviluppo di alcuni temi di particolare rilevanza nel setting assistenziale delle cure primarie: le nuove frontiere delle strategie vaccinali, alimentazione dopo il primo anno di vita, la gestione del dolore, i danni da fumo e il problema della disgrafia/disortografia che concluderà, riallacciandosi ai temi affrontati al mattino, la giornata di lavoro.

 

Logo Veneto Leone.png

BUONA NAVIGAZIONE